Il globo terrestre e il globo celeste

Il progetto preliminare

GLOBO TERRESTRE
Silvestro Amanzio Moroncelli, 1716

Disegnato e dipinto su carta applicata su struttura in cartapesta ( circonferenza 481cm; diametro 220 cm ca.) montata su perno metallico. Fusi regolari. Stemmi e ritratti a découpage.
Segnati meridiani, paralleli, tropici, circoli polari, equatore ed eclittica.
Iscrizioni in latino e in italiano e nomi dei luoghi; disegni di navi, animali marini e rosa dei venti. Nell’emisfero settentrionale ritratto del cardinale Girolamo Casanate; in quello meridionale stemma dello stesso, ritratto e stemma di p. Antonino Cloche e autoritratto con stemma dell’autore. Sotto l’autoritratto l’ iscrizione D. Siluester Amantius Moroncelli Fabrianen. / […] / Dom. Uero 1716.
Linea d’orizzonte a fascia lignea, sorretta da quattro sostegni metallici montati su base in legno di forma ottagonale ( alt. 58 cm), su cui è incollata una fascia di carta con gradi, costellazioni, mesi e venti.
Meridiano graduato in ottone.

GLOBO CELESTE
Silvestro Amanzio Moroncelli, 1716

Disegnato e dipinto su carta applicata su struttura in cartapesta (circonferenza 481 cm; diametro 220 cm ca.) montata su perno metallico. Fusi irregolari con numerose integrazioni di dimensioni varie. Découpages.
Segnati equatore, eclittica, tropici, circoli polari, meridiani degli equinozi e dei solstizi. Raffigurazioni delle costellazioni ognuna accompagnata da una didascalia. Nell’emisfero boreale ritratto del cardinale Girolamo Casanate; nell’emisfero australe stemma dello stesso e autoritratto dell’autore. Iscrizioni in latino e in un cartiglio la seguente DECLARATIO / […] / […] Et nunc per me D. Siluestrum Amantium Moroncellj Fabrianen. Abbatem Bened. Congreg. / Silu.nae calamo descripta coloribusque effigiata Adattataque; ad Ann. 1716.
Linea d’orizzonte a fascia lignea sorretta da quattro sostegni metallici montati su base in legno di forma ottagonale ( alt. 58 cm) su cui è incollata una fascia di carta con gradi, costellazioni, mesi e venti.

Meridiano graduato in ottone.
Grave ingiallimento ed imbrunimento della patina protettiva; notevoli incrostazioni di polvere specialmente negli emisferi Nord; macchie ed abrasioni sulla carta; ossidazione degli inchiostri; scarsissima leggibilità di colori ed iscrizioni; ossidazione delle parti metalliche; danni di natura fisica e biologica sulla struttura lignea, distacco di porzioni di impiallacciatura, fori di tarlo.
In particolare sul globo terrestre danni da interventi di restauro, presumibilmente ottocenteschi, in cui la stesura di un pesante strato di gommalacca (?)  ha trascinato con se’ residui della polverizzazione degli inchiostri con ulteriore estensione ed aggravamento dello stato di ossidazione.

Richieste di intervento
Tutti gli interventi sono da eseguirsi in sede per l’inamovibilità dei globi stessi.
Per i globi e la fascia cartacea della linea d’orizzonte:spolveratura, asportazione a secco di eventuali residui organici e inorganici, rimozione della resina di protezione originale, deacificazione ove necessario, fissaggio e rinsaldo della pellicola pittorica, risarcimento di lacune ed abrasioni con eventuale reintegro pittorico sottotono, stesura finale di una pellicola protettiva.
Per le parti metalliche:
trattamento di pulitura e trattamento protettivo.
Per le parti lignee:
disinfestazione, pulizia, reintegro delle lacune e riempimento dei fori di tarlo, lucidatura finale.
Per la complessità del manufatto la procedura di restauro, assolutamente non invasiva, sarà ulteriormente concordata e dettagliata in corso d’opera in base ai risultati man mano ottenuti.
Per la documentazione storico-scientifica:
documentazione filmata e fotografica dello stato di conservazione precedente il restauro, dei tasselli di pulitura, delle fasi più significative dei vari interventi e del risultato finale; produzione di un CD.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento